In cerca di idee per restare nel budget? Trucchi e suggerimenti per un matrimonio low cost

Alzi la mano chi non ha mai sognato un matrimonio da favola con la carrozza, uno strascico lungo sei metri, una villa antica e, perché no, un principe al proprio fianco? Spesso però tocca fare i conti con una realtà un po’ diversa. Eccovi allora qualche piccolo consiglio che vi permetterà di organizzare un matrimonio low cost assolutamente romantico pur rimanendo nel budget.

Invitati: provate a pensare alle persone a cui volete bene davvero e con le quali intendete condividere la giornata del vostro matrimonio. Sicure che la lista sia così lunga?

Organizzate-il-vostro-wedding-pic-nic-in-ampi-spazi-verdi

Abiti sposa: può senz’altro essere noleggiato. Se proprio non ci riuscite pensate ad un abito vintage, l’abito di un’amica o della mamma da sistemare, oppure rivolgetevi ad una sarta esperta ed onesta. Fate un giro negli outlet degli abiti da sposa. Date un’occhiata agli abiti in vendita in rete. Per la sposa scarpe colorate: un trend in continua espansione che vi permetterà di risparmiare e di riutilizzarle per ogni altra occasione.

 DnA Wylie Photography

Viaggio di nozze: esistono ormai in tutte le agenzie di viaggi pacchetti low cost, ma potete anche decidere di aspettare l’ultimo minuto e prendere un last minute. E comunque chi ha detto che il vecchio viaggio di nozze in giro per l’Italia sia ormai superato?

Bomboniere: un tempo i confetti chiudevano il banchetto di nozze ed erano distribuiti a cucchiaiate dagli sposi. Chi dice che non si può tornare ad un gesto così antico ma anche così semplice e pieno di poesia? In ogni caso se proprio non sapete rinunciare alle bomboniere scegliete il fai da te. L’alternativa è comprare bomboniere da siti americani specializzati dove i prezzi sono nettamente più bassi.

Immagine via Pinterest

Fotografie: a farvi risparmiare in questo caso saranno proprio i vostri invitati che scatteranno foto digitali con prospettive e abilità diverse. Sarà poi sufficiente selezionarle e inviarle ad uno dei tanti siti dedicati allo sviluppo di fotografie presenti in rete: con un importo di circa 200 euro vi arriverà a casa un vero libro fotografico con copertina rigida in formato 28×36. In alternativa scegliete un fotografo che vi faccia pagare il solo servizio degli scatti in digitale e pensate voi alla stampa delle fotografie.

Ricevimento: i costi delle location sono nettamente più bassi dal lunedì al giovedì a causa di una minore richiesta. Potete scegliere un agriturismo (ci sono ottimi agriturismi con prezzi che si aggirano intorno ai 40 euro ad invitato) o optare per un semplice aperitivo a buffet dopo la cerimonia. Il risultato finale, se curato nei particolari può essere comunque strabiliante. Si sta diffondendo anche in Italia la tendenza al pic-nic per i matrimoni in estate: un ricevimento semplice conviviale e informale che vi consentirà di risparmiare davvero sui costi del banchetto.

Partecipazioni: una novità che si sta diffondendo con rapidità sono le partecipazioni fai da te. Sarà sufficiente acquistare un timbro su cui farete imprimere i dati del  matrimonio, e con dei cartoncini, presi anche al supermercato, creerete delle fantastiche partecipazioni. Alternative: cartoline romantiche come inviti. Meno graditi: inviti tramite mail o sms. Fai da te anche per il tableau, libretto della messa, bigliettini di ringraziamento, menù.

Fiori: anche questi possono essere noleggiati. E’ comunque possibile condividere le spese per i fiori in Chiesa con le altre coppie che si sposano nella stessa giornata. Consiglio: usate pochi fiori ed aiutatevi con le candele: costano meno e regalano un atmosfera fiabesca. Scegliete fiori di stagione: decisamente più economici!

Noleggio auto: non è assolutamente indispensabile! Chiedete ad un amico di prestarvi la sua auto e di guidarla per l’occasione. Per gli originali: moto o bicicletta!

Make up: se siete brave fate da voi ma ricordate che l’emozione può giocare brutti scherzi, meglio allora farsi aiutare da un’amica esperta. L’alternativa: andate semplicemente dal parrucchiere la mattina del matrimonio e pagherete il costo di una piega e di un trucco, senza il sovrapprezzo per l’occasione.

Sponsor: sta diventando una vera e propria mania. In pratica si chiede ad uno o più sponsor di fare sconti, omaggi, donazioni per realizzare il proprio evento, in cambio di pubblicità sul proprio sito on line. È un’idea un po’ impegnativa e alla quale occorre dedicare molto tempo ma che può teoricamente dare i suoi frutti.

E voi che trucchi adotterete per rimanere nel budget?

naked-wedding-cake-7-082813

Leggi anche Chi paga cosa secondo la tradizione

  • Facebook
  • Twitter
  • Pinterest

Commenta